Perchè si scrive…e per chi si scrive?

Si scrive per se stessi.
Per abbandonare sulla carta i propri pensieri…per esorcizzare una paura…per il semplice piacere di farlo.
Si scrive per gli altri.
Per esprimere un sentimento…per raccontare delle storie…per scaldare il cuore delle persone.
Ci sono alcune volte però…probabilmente più rare…nelle quali si scrive per dar voce a chi voce non ne ha…o a chi la voce ancora non sa adoperarla…ma che tramite gli occhi ed i gesti riesce ad esprime le proprie emozioni in modo chiaro ed inequivocabile.
Ed è in questo modo che nasce la poesia “Papà abbracciami”, tratta dal libro “Rime filanti e racconti ad occhi aperti”. È attraverso la mia mano che un figlio ha espresso al proprio papà il suo sentire più intimo, in un periodo emotivamente difficile.
Quel bambino,col suo solo sguardo, ha parlato in modo chiaro. Onesto. Diretto.

Quel bambino…mio figlio…ha utilizzato le mie rime come veicolo per arrivare dritto all’anima del suo papà.

Papà abbracciami

“Quando ci sono le nubi nel cielo
ogni cosa è coperta da un fitto velo
triste e grigio tutto ti appare
non riesci nemmeno più a sognare.
Se il sole brilla tu non lo vedi
gli uccelli cantano, ma non ci credi
e nei tuoi occhi, azzurri ed onesti,
scorgo pensieri pallidi e mesti.
Il tuo amore per me è sincero e profondo
vorresti donarmi lʼintero mondo
e se non ci riesci il tuo volto si oscura
di non darmi abbastanza hai molta paura.
Io sono piccino, ma ciononostante
devo spiegarti una cosa importante
perché spesso, ahimè, il sentiero smarrisci
ed inutili pene poi patisci.
Se mi prendi per mano, a partire da adesso
vedrai che il mondo non è più lo stesso
il cielo si tinge di un blu infinito
lo puoi accarezzare persino col dito.
Fatti guidare da occhi bambini
dai voli vivaci di quei palloncini
gioca con me, così come ieri
dando un gran calcio ai cattivi pensieri.
Non porti domande, niente timore
ciò che conta, in fondo, è solo lʼamore
che tu mi doni in modo costante
cosa cʼè, dopo tutto, di più importante?
Papà abbracciami, abbracciami forte
del tuo grande cuore spalanca le porte
non voglio vederti più cupo in viso
ho bisogno di te e del tuo sorriso.”

– riproduzione riservata –

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...